Ultima modifica: 14 agosto 2018

RAV

La sigla R.A.V. significa Rapporto di Auto-Valutazione di Istituto; deriva da norma di legge: nel Regolamento Valutazione (DPR 80/2013) e trova attuazione definitiva con la Direttiva 11 del 18/9/2014.

La valutazione consente a tutti gli Istituti Scolastici di riflettere su se stessi e sul proprio operato per realizzare un circolo virtuoso di miglioramento della propria azione. Il punto focale del processo, che distingue l’Italia da quasi tutti i paesi esteri, è la presenza, oltre alla valutazione esterna, di una valutazione interna con la partecipazione degli stessi Istituti alla propria valutazione, sottolineando così l’importanza della riflessione sulla Scuola da parte di tutti i soggetti parte della comunità scolastica. Autonomia, valutazione e miglioramento sono, dunque, concetti strettamente connessi. Mediante la valutazione, interna ed esterna, le scuole possono individuare gli aspetti positivi da mantenere e consolidare e gli elementi di criticità in relazione ai quali realizzare azioni di miglioramento.

Viene compilato da Ds e Nucleo di autovalutazione (Singola scuola).

Per la consultazione:

 




Indietro