Ultima modifica: 26 giugno 2018

Valutazioni alunni

L’acquisizione delle valutazioni deve essere effettuata durante l’intero trimestre e non durante gli ultimi giorni utili prima della sua fine, tanto meno concordando prove di verifica per il giorno 08/01/2018, data nella quale avrà già avuto inizio il pentamestre.

Circolare n. 141
del 21/12/2017

 

AI DOCENTI

 

OGGETTO: valutazioni alunni

Nel corso del corrente mese sono state segnalate, da parte di varie componenti, comportamenti non del tutto conformi ai regolamenti democraticamente redatti e deliberati dal Collegio dei Docenti, contenenti i criteri di valutazione degli alunni e la previsione di un congruo numero di prove di verifica sia scritte che orali. L’acquisizione delle valutazioni deve essere effettuata durante l’intero trimestre e non durante gli ultimi giorni utili prima della sua fine, tanto meno concordando prove di verifica per il giorno 08/01/2018, data nella quale avrà già avuto inizio il pentamestre.

Da parte di alcuni docenti risulta, inoltre, invalsa l’abitudine di convocare gli alunni fuori dalle classi in orari di lezione non appartenenti ai suddetti insegnanti, per espletare prove di verifica orale.

Al di là dell’atteggiamento poco corretto nei confronti dei colleghi che si vedono sottrarre parte della scolaresca durante la lezione e del messaggio negativo, veicolante lo scarso rispetto tra  docenti, oltre che nei riguardi degli alunni stessi, si segnala l’assoluta inadeguatezza di tale modalità e la non corrispondenza alle norme che sottendono la valutazione della prova orale, secondo le quali tale prova debba essere espletata alla presenza di testimoni quali gli alunni di classe.

Non da ultimo si ricorda che le prove di verifica orali rappresentano per l’intera classe, e non solo per chi si sottopone ad esse, una modalità di apprendimento, di ripasso e l’occasione per riflettere sui contenuti oggetto della interrogazione stessa.

Le prove di verifica devono rappresentare un momento di condivisione delle conoscenze e un esercizio della capacità espositiva e relazionale degli alunni, non devono riprodurre, invece, una situazione frustrante e solitaria di puro adempimento. Da ciò se ne desume l’inopportunità di fissare, in extremis,

prove di verifica durante l’ultimo giorno di lezione, precedente le vacanze natalizie nel quale, per giunta, è prevista la lectio brevis.

L’attenta consultazione dei registri di tutti i docenti dell’istituto ha fatto emergere un’altra pratica arbitraria, quindi non contemplata nei regolamenti deliberati dal Collegio dei docenti, cioè quella di registrare nella colonna delle prove orali  valutazioni riportanti stessa data per il totale degli alunni della classe: a meno che non si siano effettuate “prove-lampo”, ciò consente agilmente di desumere che tale prova sia stata scritta, ma la si è considerata orale. Ciò si verifica soprattutto per quelle discipline che dovrebbero privilegiare la forma di verifica orale o per le quali, addirittura, tale modalità ne rappresenta l’esclusiva.

Date le abitudini verificate fino a questo momento, non appare affatto pleonastico, ricordare che gli elaborati delle prove scritte, grafiche e pratiche sono degli atti amministrativi che non possono rimanere in possesso dei docenti, attraverso forme di custodia domestica e personalizzata, ma devono essere archiviati e conservati accuratamente all’interno dell’istituzione scolastica. Risulta, fondamentale, quindi, depositare tutte le prove nei cassetti dell’aula docenti e, a fine trimestre e/o pentamestre, presso gli uffici di segreteria didattica.

Qualora dai controlli di suddette prove o a seguito di accesso agli atti da parte di genitori, non risultassero disponibili e presenti nei cassetti dei docenti, si provvederà alla denuncia di smarrimento a carico del docente tenuto alla custodia e al deposito negli spazi indicati.

A tal riguardo si ricorda anche che la stessa forma di archiviazione deve essere riservata ai PEI e ai PDP, per i quali si prevede, in aggiunta, una custodia maggiormente rigorosa data la presenza di dati sensibili e supersensibili in essi contenuti. Dopo l’acquisizione, presso gli uffici dell’istituto, delle firme dei genitori e/o degli allievi interessati, i predetti documenti si dovranno consegnare presso la segreteria didattica i cui assistenti amministrativi ne cureranno la custodia.

PEI e PDP non dovranno in nessun caso essere consegnati nelle mani degli allievi affinché ne assicurino la firma da parte dei genitori fuori dall’istituto scolastico. In caso di difficoltà nella convocazione dei genitori si procederà con sollecito scritto attraverso pec o raccomandata A/R. 

Si ricorda, infine, che la data ultima per l’inserimento delle proposte di voto per gli scrutini intermedi è il 07/01/2018.

 

 

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Rauseo Mariella
Firma apposta, ai sensi dell’art. 3 comma 2 D. L.vo n. 39/93




Indietro